Archivi categoria: anni 70

Rino Gaetano – Mio fratello è figlio unico

 

Mio fratello è figlio unico – Rino Gaetano

Erano diverse settimane che avevo intenzione di pubblicare qualcosa di Rino Gaetano, uno dei cantautori più autentici ed originali che ci siano mai stati in Italia, e forse stasera è la volta buona.
Rino Gaetano, morto a oltre 30 anni (era il 1981), eppure così attuale, così importante nella storia della musica italiana da essere passato in radio quasi ogni giorno. Continua la lettura di Rino Gaetano – Mio fratello è figlio unico

Umberto Tozzi – Dimentica Dimentica

 

Dimentica dimentica – Umberto Tozzi

Come mi è fatto giustamente fatto notare dagli amici di TuttoSuTozzifino ad oggi non avevamo ancora pubblicato nulla di Umberto Tozzi.

Nessuna svista e nessuna dimenticanza, ma solo la difficoltà di scegliere una canzone che fosse rappresentativa della sua carriera e della sua voce, ma che non fosse scontata o troppo famosa. Continua la lettura di Umberto Tozzi – Dimentica Dimentica

Antonello Venditti – Giulia

 

Giulia – Antonello Venditti

Questa sera una canzone dall’interpretazione controversa: Giulia di Antonello Venditti, pubblicata nel 1978 nell’album Sotto il segno dei pesci, uscita come retro del singolo Bomba o non bomba sempre in quell’anno.
Interpretazione controversa, dicevo: in effetti basta guardarsi intorno su internet per vedere quanti significati diversi si attribuiscono a questo testo: storia lesbo, sdoppiamento della personalità, femminismo ad oltranza, la donna Giulia adulta che porta via la Giulia bambina, menage a trois…
Io preferisco non addentrarmi su questa strada, mi sembra piuttosto pericolosa… 🙂
Continua la lettura di Antonello Venditti – Giulia

Renato Zero – La favola mia

 

La favola mia – Renato Zero – Zerofobia tour

Inserita nell’album Zerolandia del 1978, questa canzone rappresenta per il nostro Renatone Nazionale una delle più significative, tanto da essere stata scelta come titolo del libro “La favola mia. Le canzoni che hanno fatto la storia di Renato Zero” di Mauro Ronconi.

Artista eclettico, vulcanico, dotato di un carisma eccezionale (i suoi sorcini sono fra i fans più fedeli che si siano mai visti!), di una forza comunicativa ed espressiva dirompente, capace di rinnovarsi continuamente e allo stesso tempo di restare coerente.

La Favola Mia rappresenta in qualche modo il suo manifesto artistico, in cui il trasformismo è al servizio del suo pubblico, al quale regala sia la maschera che l’uomo che c’è dietro, per offrire momenti di magia, in cui ci si dimentica del mondo e della sua follia.

 

Sito Ufficiale:

www.renatozero.com