Archivi categoria: anni 90

Francesco Guccini – Ti ricordi quei giorni

 

Francesco Guccini – Ti ricordi quei giorni – Live 1989

Stasera ho voglia di raccontare qualcosa di Francesco Guccini.
Il problema è che sono circa due ore che sto cercando di decidere di quale canzone parlare, e nel frattempo le ascolto, e canto, e mi emoziono, e mi viene in mente di ascoltarne ancora una… insomma, un disastro.

Fra Cyrano, l’Avvelenata, Quattro Stracci, Eskimo, e la fantastica Quello che non… e non vogliamo parlare di Farewell, o della Primavera di Praga … impossibile sceglierne una soltanto. Continua la lettura di Francesco Guccini – Ti ricordi quei giorni

Ligabue – Cerca nel cuore


Cerca nel cuore - Ligabue - Canale Ufficiale Warner Music Italy
dedica

 

Non è semplice parlare del Liga su Mangianastri, così come non è facile parlare di bestsellers in letteratura.

Un contenitore di musica come questo, che fa della nicchia il suo posto preferito, quando naviga nel mare aperto dei cantanti di culto rischia mareggiate e naufragi.

A dire la verità ci abbiamo già provato (Vasco con la sua Jenny è pazza, per dirne uno), e probabilmente capiterà ancora, quindi basta con le premesse: oggi è la volta di Luciano Ligabue e della sua -e non solo sua, dato che è uno dei pochi pezzi scritti a quattro mani- Cerca nel cuore. Continua la lettura di Ligabue – Cerca nel cuore

Carmen Consoli – Quello che sento

 

Quello che sento – Carmen Consoli

Insolita versione quella che propongo questa sera, per la presentazione di Quello che Sento, con una Carmen Consoli giovanissima che debutta a Sanremo Giovani nel 1995, prima del successo ottenuto con l’album Due Parole del 1996 (album importantissimo, con Amore di Plastica e Lingua a sonagli, per citare le prime due che mi vengono in mente).

Dolcezza e determinazione – i tratti distintivi di questa splendida cantautrice- già si trovano mescolati in questo pezzo acerbo e intensissimo, pieno di carattere e vitalità, di entusiasmo e consapevolezza.
Continua la lettura di Carmen Consoli – Quello che sento

Max Gazzé – Cara Valentina

 

Cara Valentina – Max Gazzè – Video Ufficiale

La prima volta che ho visto Max Gazzé in concerto è stato durante gli anni dell’università, credo fosse il 1996, quando suonava il basso nel tour di Daniele Silvestri ( del quale non ho ancora pubblicato nulla, forse perchè pubblicherei quasi tutto! :-)) .
Nel 1998 è uscito l’album “La favola di Adamo ed Eva”,  davvero un ottimo album, con brani inconsueti e raffinati, consiglio di ascoltare i particolare “L’amore pensato” e “Vento d’estate“, oltre alla splendida “Favola..” che dà il titolo all’album.

Eppure la mia preferita resta questa “Cara Valentina”, geniale lettera intima e riflessiva  di un uomo che, provando a chiarirsi con un amore ormai lontano, si trova a fare i conti con se stesso, con le proprie paure e debolezze, su come trarre giovamento dal non piacere agli altri come in fondo ci si aspetta che sia… fino al meraviglioso finale, in cui l’indulgenza verso  se stessi ha il sopravvento ed la ripetizione- fino a sfinire-  del per esempio non è vero che poi mi dilungo spesso su un solo argomento… è la prova del fatto che nessuno riesca davvero a vedersi per com’è.

Molto divertente anche il video, con Silvestri provetto spadaccino e Zampaglione cameriere ineccepibile!

Sito Ufficiale:

www.maxgazze.it