Archivi categoria: Le Vibrazioni

Le Vibrazioni – Così sbagliato – testo – Sanremo 2018

Cosa ne pensi?

 

Così sbagliato

Le Vibrazioni

di A. Bonomo – L. Chiaravalli – F. Sarcina – D. Simonetta

 

L’alba che scopre il mio viso
Sono sveglio e mi vesto nel posto
Sbagliato
Così sbagliato
Scusa mi sono distratto
Ti ho lasciato da sola al momento
Sbagliato
Forse ho sbagliato
I taxi delle sei
Panchine vuote
E la mia barba dentro le vetrine
Ma tu che colpa hai
Se sono io
Sbagliato sbagliato sbagliato
Portami a casa
Salvami ancora
Da queste mani fredde e viola
Riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
I miei castelli di carta
I miei occhi da pugile al bordo
Sbagliato
Così sbagliato
E la mia abilità di farmi male
Quando mi sento figlio e sono un padre
E tu mi dici che
Non è così sbagliato sbagliato sbagliato
Portami a casa
Salvami ancora
da queste mani fredde e viola
Riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
Sbagliato sbagliato sbagliato
Nel mio vestito vuoto vicino a te
E tu mi raccogli comunque
In mezzo ai vetri e puoi farmi credere
Che sia perfetto anche così
Che mi ami anche così
Sbagliato
Portami a casa
E tu riportami a casa
Perché ho paura di me
Tienimi stretto al buio e dimmi
Che mi vuoi bene anche così
Mi vuoi bene anche così
Così sbagliato

Le Vibrazioni – Vieni da me

Cosa ne pensi?

Vieni da me- Le Vibrazioni – Canale Ufficiale

Quando nel 2003 Le Vibrazioni escono con il loro primo album (omonimo), il singolo di traino è “Dedicato a te” ed il primo impatto, devo confessarlo, è della solita inutile band nazionalpopolare.  Poi arriva Vieni da me, ed il giudizio cambia completamente.

Francesco Sarcina non è solo un autentico animale da palco, è anche un autore creativo ed attento ed il testo di “Vieni da me” è uno dei più belli scritti negli ultimi anni, che riesce a raccontare  dell’amore con dolcezza ma senza melassa (assai raro!).

Godetevi anche questa splendida interpretazione di Dolcenera, che a Music Farm nel 2005 ha deciso di rimaneggiare il pezzo in maniera più intima e più sofferta, lei ed il suo pianoforte 🙂

Facebook ufficiale della band,
in cui, con un po’ di nostalgia, è possibile leggere l’ultimo post del 2013…